Sicurezza a Rio de Janeiro: come affrontare il viaggio in tranquillità

Sicurezza a Rio de Janeiro: come affrontare il viaggio in tranquillità

Dopo aver trascorso parecchio tempo nella bellissima Rio de Janeiro, sono finalmente pronta a darvi i migliori consigli per affrontare un viaggio in totale sicurezza nella cidade maravilhosa.

Ogni volta che spiego alle persone che il mio posto felice nel mondo è Rio, la prima domanda che mi porgono è: «Ma Rio de Janeiro è davvero così pericolosa?Come funziona la sicurezza a Rio?»

Spiegare a parole cosa significhi per me Rio de Janeiro senza commuovermi per la malinconia è quasi impossibile, ma ci proverò.

Rio de Janeiro è una città fantastica, felice, soleggiata e incasinata. I carioca sono un popolo estremamente gentile, che ti sorride per strada anche se non ti conosce e che è sempre disposto ad aiutarti. La parola chiave della città è il sorriso. A Rio è impossibile non sorridere sempre.
L’aria di Rio ti rende una persona ottimista, allegra, con voglia di fare mille cose. La sera in centro c’è gente ovunque e cammini a ritmo di samba e funk. Le spiaggie sono immense e bellissime nonostante si trovino nel bel mezzo del caos della città.

Rio può essere pericolosa per i turisti, è un dato di fatto, non posso negarlo. Ma anche Barcelona è pericolosa; anche Roma, Londra, Berlino e Parigi sono città in cui bisogna avere sempre gli occhi ben aperti, eppure sono capitali europee dove la polizia non è corrotta né ci sono favelas a due metri dai quartieri più ricchi della città.

Il primo impatto con la cidade maravilhosa

Rio de Janeiro è una metropoli di un paese sudamericano e quindi ancora in via di sviluppo. Ciò significa che non ha nulla in comune con le capitali europee che conosciamo e l’impatto potrebbe essere abbastanza forte.
Il primo giorno della mia vita a Rio ero terrorizzata. Ricordo perfettamente il momento in cui entrai nell’ostello in cui dovevo iniziare a lavorare e chiesi al receptionist argentino: «Posso uscire tranquillamente da sola o è molto pericoloso andare in giro?». Lui mi guardò perplesso e mi rispose «Non hai nulla da temere, qui nessuno ti farà del male se non agisci con stupidità».

Da quel momento in poi ho avuto sempre gli occhi ben aperti e non ho mai più avuto paura di girare da sola in quella meravigliosa città che è impossibile non amare.

viaggio in sicurezza a Rio de Janeiro
Praia de Ipanema, Rio de Janeiro

Sicurezza a Rio: come affrontare il viaggio in tranquillità 

Innanzitutto c’è da dire che Rio de Janeiro non è solo Copacabana e il Cristo redentore, e che la realtà brasiliana è ben diversa dagli hotel a cinque stelle di Ipanema.
La zona sud della città, che è la più frequentata dai turisti, è proprio quella più a rischio e dove i criminali si recano per rapinare i turisti.

Ecco un paio di consigli utili di una gringa italiana che conosce Rio abbastanza bene:

 

Passate inosservati per evitare rischi 

La cosa più importante da fare è non andare in giro con oggetti sfarzosi che potrebbero attirare l’attenzione. Vestitevi in modo semplice, non indossate orologi o gioielli di valore, portate con voi poco denaro e non camminate continuamente con il cellulare in mano. Se seguite questi consigli c’è un’altissima probabilità che non vi succederà nulla.

Nel caso in cui doveste essere così sfortunati da essere comunque rapinati, dategli tutto quello che vi chiedono senza obiettare né provare a fregarli, i criminali brasiliani sono dal grilletto facile e non vale la pena farsi male per qualcosa di materiale.

Ricordate sempre che non siete in Europa 

Ricordate sempre che la maggior parte della popolazione di Rio è estremamente povera. Noi europei non possiamo minimamente immaginare quali sono le condizioni in cui sono costretti a vivere. Dico tutto ciò perché i criminali che rapinano i turisti a Rio provengono dalle favelas, e sono disposti a tutto pur di riuscire a comprare un pezzo di pane.

Tenete gli occhi sempre ben aperti per la vostra sicurezza

Evitate assolutamente di andare in spiaggia di notte e non lasciate mai gli zaini incustoditi quando andate a fare il bagno in mare, queste sono le prime regole per la sicurezza a Rio. Se siete da soli chiedete al vicino di ombrellone di dare un’occhiata alle vostre cose, l’ho fatto diverse volte e non è mai successo nulla.
Al 99% in spiaggia nessuno vi rapinerà se seguirete questi consigli, d’altronde lasciare gli oggetti incustoditi è pericoloso in qualsiasi città del mondo.
Se visitate Rio durante il carnevale vi consiglio di uscire senza borsa. In quel momento dell’anno le strade sono estremamente affollate e tra una caipirinha e l’altra non farete attenzione alla borsa e i rapinatori ne approfitteranno.

Sicurezza a Rio: come visitare le favelas 

Se volete visitare una favela – vi consiglio vivamente di farlo – non fatelo mai da soli soprattutto se non parlate portoghese.
La cosa migliore è andarci con i locali, ci sono tante ONG che organizzano tours.
La seconda volta che sono stata a Santa Marta, ci sono andata senza brasiliani. Sapevo già dove andare e come funzionava e non mi è successo nulla.
Ricordo che mentre camminavo nei vicoletti stretti della favela, un ragazzo con una mitraglietta in mano mi ha anche sorriso e detto «Bom dia linda!».
Non spaventatevi se vedrete giovani ragazzi armati, non sono lì per sparare a chiunque. Sono lì solo per la sicurezza della favela nel caso in cui dovesse arrivare una banda rivale.
In ogni caso, nelle favelas pacificate, c’è anche la polizia. Se il giorno in cui decidete di fare un tour c’è aria di guerra, la polizia non vi farà neanche avvicinare all’entrata.

sicurezza a Rio de Janeiro nella favela vidigal
Io conversando con gli abitanti della favela Vidigal

Le zone da evitare per un viaggio a Rio in sicurezza

Evitate la zona Nord e gran parte della Zona Ovest (tranne i quartieri di Joá, Barra da Tijuca e Recreio dos Bandeirantes che sono zone residenziali). Queste sono zone in cui vive la stragrande maggioranza dei carioca e dove la criminalità è sempre dietro l’angolo. Se volete farci un giro per immergervi nella cultura carioca fatelo pure, ma non da soli e non di sera, soprattutto se non conoscete la città. Per vivere un viaggio a Rio in totale sicurezza è necessario sapere quali sono le zone da evitare.

Dove prendere casa per  risparmiare

Se invece pensate di passare un periodo lungo a Rio, allora sarebbe anche meglio – soprattutto per questioni economiche – pensare di alloggiare nella zona Nord in quanto molto più economica della zona sud. I quartieri della zona sud, come Copacabana e Ipanema, sono le zone più care insieme a Barra de Tijuca, che invece si trova ad ovest.
Se proprio ci tenete ad affittare una camera o una casa nella zona sud, allora vi consiglio di dare un occhiata alla favela Babilonia. Si trova a pochi metri da Copacabana ma essendo favela i prezzi sono decisamente molto più bassi. Anche Botafogo è un quartiere molto carino e tipico: non è caro come Ipanema ma non è neanche economico come una favela.

Il mio ultimo consiglio è quello di andare in giro in Uber, soprattutto di sera. Il biglietto dell’autobus o della metro costa 4 reais, che sarebbe un euro. Un tragitto di 20 minuti in Uber vi costerà 5 reais. Uber in Brasile è totalmente sicuro, molto di più dei taxi, che sono anche più cari.

So che il fatto che dobbiate stare attenti a qualsiasi cosa può essere snervante, però è necessario se volete vivere un viaggio a Rio in totale sicurezza. Vi assicuro che ne vale la pena, Rio è una città incredibile e che provoca molta saudade (malinconia) quando arriva il momento di lasciarla.

Ah! Quasi dimenticavo il più grande rischio: se visitate Rio de Janeiro non potrete più farne a meno e ci tornerete ogni volta che potrete, come la sottoscritta.

Allora, siete disposti a rischiare? 🙂

Boa viagem meninos e meninas!

Please, Follow and share on Facebook!
Italiana di origine e cittadina del mondo, amo scrivere, viaggiare sola per il mondo ed imparare nuove lingue. Vivo a Barcellona dove lavoro come giornalista e specialista in comunicazione.

5 thoughts on “Sicurezza a Rio de Janeiro: come affrontare il viaggio in tranquillità

  1. Mio cognato fa IL dentist a Rio e MI ha detto le stesse cose, lui oggi vive nell Isola, LA si senate sicuro, MA po hi soldi Un telefono USA egetta una Carta diidentita, Altro non devi avere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
error

Sharing is Sexy :)

FACEBOOK
FACEBOOK
LINKEDIN
INSTAGRAM